Le prime fragole

fragole

Questo racconto dura 3 minuti

I Cherokee, popolo nativo americano, parlano della natura e della creazione della vita sulla Terra attraverso molte leggende. Una di queste racconta di quando il Sole regalò al Primo Uomo ed alla Prima Donna il frutto più dolce e gustoso, per riportare tra loro amore e serenità.


 

Prima ancora di creare il mondo, Ga-lv-la-di-e-hi, che in lingua Cherokee significa “il Grande Spirito”, creò il Primo Uomo e la Prima Donna. Insieme, i due costruirono una capanna ai margini di una fitta ed impenetrabile foresta. Erano molto felici insieme, le loro giornate trascorrevano all’insegna della serenità e del divertimento, ma come a tutti gli uomini capita quando si abituano alle cose, dopo qualche tempo, iniziarono a discutere ed a bisticciare.

Un giorno, la Prima Donna si arrabbiò molto e minacciò di voler andarsene e non tornare mai più. In un primo momento, il Primo Uomo non dette peso a quelle dure parole, e così la Prima Donna iniziò a camminare verso occidente, addentrandosi nella fitta e scura foresta. Sicura di sé continuò per giorni il suo cammino, senza mai voltarsi indietro.

Passarono da allora diversi giorni, solitari e silenziosi, e le notti divennero buie ed insonni. Così il Primo Uomo iniziò a disperarsi e si decise ad incamminarsi sullo stesso sentiero imboccato dalla moglie. Era deciso a ritrovarla.

Il Sole, guardando verso la Terra, vide la disperazione del Primo Uomo, e provò per lui compassione. Il Sole chiese quindi al Primo Uomo se fosse ancora arrabbiato con la Prima Donna, e l’uomo rispose di no. Il Sole chiese allora se lui desiderasse avere indietro la Prima Donna e il Primo Uomo rispose con fermezza di sì.

Il Sole trovò subito la Prima Donna, che ancora stava camminando lungo il sentiero, e per convincerla a fermarsi fece crescere proprio sotto i suoi piedi un fitto tappeto di mirtilli, con frutti grandi e maturi. La Prima Donna era ancora così accecata dalla rabbia che non vi prestò attenzione e continuò a camminare con decisione verso Ovest.

Il Sole allora provò ad interrompere il cammino deciso della Prima Donna creando lussureggianti cespugli di more, dove i frutti erano ben scuri e polposi. Anche stavolta, però, la Prima Donna non guardò né a destra né a sinistra, e continuò a camminare con decisione.

Il Sole provò quindi ancora una volta a convincere la donna a fermarsi. Allettanti lamponi crebbero intorno ai suoi piedi. La Prima Donna non li degnò neppure di uno sguardo e continuò a camminare con decisione verso Ovest.

Per attirare l’attenzione della Prima Donna, il Sole pensò allora di far crescere una pianta mai vista prima sulla Terra. Questa crebbe proprio davanti ai piedi della Prima Donna, che immediatamente percepì un profumo nuovo ed inebriante, che non aveva mai sentito. Allora la donna si fermò, ed abbassò lo sguardo. La pianta che stava crescendo sul suo sentiero aveva foglie di un verde brillante, deliziosi piccoli fiori bianchi e la più allettante bacca rossa che avesse mai visto.

La Prima Donna ne raccolse una. Mai aveva assaggiato qualcosa di simile! Era così dolce! Così straordinariamente deliziosa! Appena la Prima Donna mangiò la fragola, la rabbia che provava immediatamente scomparve. Pensò di nuovo a suo marito e ricordò come entrambi avessero commesso un grave errore a discutere tra loro e separarsi. Sentì la sua mancanza e desiderò di tornare a casa.

La Prima Donna cominciò a raccogliere alcune delle bacche. Quando ne radunò il massimo che era in grado di trasportarne, si voltò verso Est e cominciò a percorrere il sentiero a ritroso. Presto incontrò il Primo Uomo, che ancora la stava cercando. Condivisero le bacche e, mano nella mano, si avviarono insieme per fare ritorno al loro rifugio.

 

La parola “fragola” nella lingua dei Cherokee è “ani”. Ancora oggi, in molte case di discendenti della popolazione cherokee si trova abbondanza di fragole, per ricordare quanto sia importante non litigare, e per portare buona fortuna agli abitanti di quella dimora.

 

Racconto tradotto e riadattato in italiano. Il racconto originale è reperibile all’indirizzo http://www.powersource.com/cocinc/articles/strwbry.htm. Ulteriori informazioni  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *